Crea sito

Amazzone Fronte Blu (Aestiva)

Nome scientifico: amazona aestiva aestiva

 

Descrizione generale

E' una delle amazzoni con taglia maggiore con una lunghezza media che si aggira attorno ai 37cm circa, presenta una colorazione di base verde con qualche scagliatura verde con riflessi giallastri sulla parte ventrale. La testa presenta una mascherina facciale azzurra molto marcata sulla fronte. La zona attorno all'occhio, il sottogola e la gola possono essere di un bel giallo in soggetti di particolare bellezza. Le ali presentano le spalle rosse e specchio alare rosso alla base delle prime 5 remiganti secondarie, e talvolta possono essere presenti anche delle tracce di giallo; le remiganti primarie sono viola-blu. L'occhio presenta un'iride arancione con anello perioftalmico chiaro. becco e zampe sono grigio scuri/nero e molto potenti. Non presenta dimorfismo sessuale, per determinare il sesso diventa perciò necessario ricorrere o al sessaggio endoscopico o a quello molecolare. Sono animali robusti e longevi, tanto che se vengono correttamente alimentati come gli si conviene posssono facilmente raggiungere i 50aa di età.

Hanno un carattere molto sociale ed estroverso e non perdono occasione per mettersi in mostra. Amano giocare, sono anche degli acrobati niente male, che li rende dei grandi esploratori del mondo che li circonda. I pappagalli abituati al contatto con l'uomo sono molto vanitosi e gradiscono essere al centro dell'attenzione, tanto che se non considerati tendono a fare suoni e gorgheggi per richiamare l'attenzione. Sono inoltre dei grandi parlatori, dotati di ottima intelligenza e grande capacità di apprendimento.

Habitat naturale

Abita un vasto areale del Sud America che va dal Brasile al Paraguay, dalla Bolivia all'Argentina. Predilige la vita di foresta adattandosi perfettamente alle foreste primarie di tipo amazzonico e a quelle secondarie, più aperte, con alberi radi e fitti cespugli, ma spesso è avvistato nelle zone pianeggianti aperte alla ricerca di cibo.

Alimentazione

L'alimentazione è un tasto molto delicato per quanto riguarda questa razza: l'eccesso di alimentazione, e l'obesità ne compromettono la capacità riproduttiva. Una soluzione di dieta ottimale in cattività può consistere in una buona miscela di sementi secche specifiche per pappagalli di taglia grande, anche se non troppo ricca di girasoli (come può essere quella dei cenerini o ara) da integrare con alimenti freschi, soprattutto frutta e verdura, che vanno somministrate quotidianamente avendo cura di eliminare sempre gli eventuali avanzi che potrebbero fermentare, soprattutto nella stagione calda. Nel periodo riproduttivo la dieta deve essere più ricca ma soprattutto più varia: è bene aggiungere alla solita dieta anche una razione di legumi germinati(ceci, fagioli, piselli, soia...), o anche bolliti, vista la ricchezza di proteine ottime per il piumaggio e la struttura dei tessuti del pappagallo e pastoncino all'uovo/mezzo uovo sodo a coppia (ques'ultimo 1/2 vv a settimana, non di più). Non devono mai mancare acqua fresca e osso di seppia.

Un modo alternativo può essere quello di fornire estrusi, anche se personalmente li abbiamo inseriti nella dieta, non facendoli diventare l'unico alimento per il pappagallo.

Il segreto è variare la dieta il più possibile.

Alloggio

La voliera è l'alloggio più adatto per l'amazzone a fronte blu, in ogni caso la gabbia deve essere spaziosa e proporzionata alla taglia del pappagallo e con sbarre o rete a prova del suo becco molto potente. Il minimo indispensabile dal nostro punto di vista  è 2m di lunghezza, avendo cura di distanziare a sufficienza i posatoi per consentire al pappagallo di volare. Le amazzoni non richiedono gabbie molto sviluppate in altezza; molto più importanti invece sono giochi, o comunque qualcosa che stimoli il grande interesse di questi pappagalli.

Riproduzione

Il nido che deve essere messo a disposizione è del tipo a cassetta orizzontale di legno e deve avere dimensioni di 30x30x80 cm; l'ideale sarebbe realizzare un nido di forma a L che consenta di avere maggior buio all'interno del nido, che in alcuni pappagalli può essere di aiuto. La femmina depone 2/4 uova che vengono incubate per 28-29 giorni e i piccoli sono indipendenti attorno ai 3/4 mesi. il periodo principe per le cove è quello durante la stagione buona, da marzo-aprile in poi.

Le nostre coppie