Crea sito

Periodo intermedio dello svezzamento

Con "periodo intermedio dello svezzamento" ci riferiamo a quel periodo che va da non appena il pullo comincia a riconoscere la siringa a vista e quindi a nutrirsi senza doverla forzatament e inserire noi in bocca fino al periodo finale dello svezzamento che è caratterizzato dall'autosufficienza del nostro pappagallo.

Su questo periodo non ci sono molte cose da dire; fondamentalmente ci possiamo ridurre a 3 semplici indicazioni:

-seguire le tabelle e gli schemi che indichino le siringhe da dare giornalmente al nostro pappagallo: se nutrissimo sempre 4 o 5 volte al giorno con la siringa probabilmente non lo svezzeremo mai, perciò si rende importante mano a mano che lo svezzamento procede cominciare a nutrire il nostro pullo con meno puppate. Riducendo le puppate dei piccoli questo è chiamato a mangiare anche altro, ed è per questo che metteremo dei semini sul fondo dell'incubatrice o comunque della gabbietta. Di modo che cominci a trovare altre fonti di sostentamento oltre alla siringa. Il numero di puppate antecedentemente ai 20 giorni è di 5. Dopo i 20 gg possiamo calare a 4; a 30 gg 3 volte al giorno; a 37-40 gg 2 volte. Arrivati a questo punto prima di ridurre ad una puppata sola dobbiamo capire se il nostro pullo riesce a mangiare qualcosa da solo oppure no, perchè se non mangiasse abbastanza dobbiamo eventualmente riaumentare a 2,5-3 volte al giorno. Quando ci renderemo conto che il nostro piccolo mangià abbastanza possiamo ridurre ad 1. Di li a poco il piccolo arriverà a rifiutare completamente la siringa. Altra cosa importante è quella di capire se il piccolo beve abbastanza: possiamo segnare con un pennarello dove arriva il livello dell'acqua e vede se cala. E' importante inoltre osservare la crescita o il calo del peso del pullo. Il calo di peso per farla breve ci dice che il piccolo non mangia abbastaza, sia da solo che sotto il nostro controllo, quindi dobbiamo aumentare la razione di cibo giornaliera ad ogni pasto.

-lasciare sempre del panico in spiga o comunque dei semini sul fondo di incubatrice e gabbietta (basta a partire dal 20° giorno): è importante che il piccolo abbia a disposizione qualcosa da poter sgranocchiare sia per prendere confidenza con i semini di cui andrà poi con il tempo a nutrirsi, sia per avere una dieta realmente completa, che la pappa da imbecco non può dargli perchè spesso deficitaria di vitamine.

-Appena il nostro pullo sarà bello che rimpennato toglietelo dall'incubatrice e mettetelo in una gabbietta, anche se ancora mangia con la siringa. E' importante che il piccolo prima che venga tolto dall'incubatrice sia opportunamente rimpennato, e soprattutto è importante che la temperatura venga gradualmente portata a quella dell'ambiente che ci circonda onde evitare un grosso sbalzo di temperatura, altrimenti rischiamo che il nostro piccolo possa ammalarsi, con tutti i problemi che ne possono conseguire.